Archivio della categoria: Test auto

Volkswagen Power Days: emozioni forti in pista a Misano

La nostra redazione, sempre attenta a cosa succede nel mondo dei motori non si è persa l’occasione di accogliere l’invito di Volkswagen alla Special Hospitality 2.0 dei Powerdays, l’appuntamento ad alto tasso di adrenalina che ha permesso agli appassionati dei motori di scoprire il carattere delle autovetture più performanti del marchio.

La location:
MISANO WORLD CIRCUIT 
Via Daijiro Kato, 10
Misano Adriatico

Le protagoniste dell’appuntamento ad alto tasso adrenalinico sono state:

GOLF con il modello R, e i suoi 270 CV a trazione integrale 4Motion, la mitica GTI con il 2.0 TSI 210 CV e la GTD equipaggiata con il 2.0 TDI 170 CV.
POLO GTI 1.4 TSI 180 CV con cambio DSG a 7 rapporti
SCIROCCO R da 265 CV.
PASSAT, nella versione più potente 3.6 V6 FSI 300 CV

PROGRAMMA

Ore 13:00
Benvenuti nel mondo Volkswagen.
Accredito e Light Lunch nell’area Hospitality Volkswagen

Ore 15:00
Alla scoperta  del circuito e i segreti di guida su pista.
Per vivere al massimo l’esperienza di guida in pista e assaporare il gusto delle autovetture Volkswagen, alcuni tra i più importanti piloti professionisti italiani hanno illustrato le caratteristiche del circuito di Misano e le modalità di guida più adatte al circuito.
Ore 15.30
Il pezzo forte della giornata: siamo stati affiancati nella guida dagli stessi piloti che hanno spiegato  loro i dettagli tecnici di guida e la postura per vivere l’esperienza al massimo delle sue potenzialità.

Ecco il reportage video realizzato per voi dalla nostra redazione: un intero giro di pista del circuito di Misano Adriatico, minuto per minuto e commentato dal bravissimo pilota professionista Marco.

Qui invece vi facciamo vedere un video che riassume la giornata. Fantastico lavoro dei ragazzi del team che ha realizzato il reportage!

Usa la testa e risparmia carburante

La sostenibilità è uno degli obiettivi aziendali di Volkswagen ed è molto più di un semplice e nobile intento. Meno parole e più fatti. Ogni giorno! Questo è ciò che Vollkswagen chiama “Think Blue.”.

Riportiamo i concetti espressi in prima persona dai dirigenti della Casa automobilistica:
Il bello di “Think Blue.” è che puoi esserne protagonista anche tu. Noi vogliamo fare la nostra parte e tu puoi darci una mano ad essere più responsabili sulla strada e più consapevoli delle nostre azioni a livello ambientale. Non solo in auto.
Costruire vetture a basse emissioni è solo l’inizio. Ottenere il massimo dal loro potenziale di efficienza e ridurre ulteriormente i consumi di carburante sono le prossime sfide che affronteremo insieme.
Ecco il nostro obiettivo. Dimostrarti semplicemente che basta poco per fare qualcosa di buono e aiutarti a risparmiare carburante.

Se oggi consumi meno, domani avremo tutti di più: questo vuol dire risparmiare denaro, fare qualcosa per l’ambiente e per noi di Volkswagen avere un incentivo sempre maggiore a costruire auto sempre più efficienti.
Oggi esistono molti modi di guidare risparmiando carburante. È importante sapere come si ottengono i dati relativi ai consumi di carburante forniti dai costruttori. I dati si basano sul New European Driving Cycle (NEDC), un metodo ufficiale per il calcolo dei consumi di carburante. Il ciclo NEDC comprende tre dati relativi ai consumi: ciclo urbano, extra-
urbano e combinato.

Questi dati vengono utilizzati per confrontare i consumi dei diversi
veicoli. Inoltre è bene sapere che i consumi di ogni veicolo dipendono da come lo si guida e quindi diventa più facile risparmiare carburante.
La tecnologia moderna è soltanto uno dei due elementi che favoriscono la guida ecosostenibile. Alla base di tutto c’è lo stile di guida di ognuno di noi. In questa brochure ti forniremo nove semplici consigli per migliorare il tuo stile di guida e rendere più efficienti le tecnologie della tua auto.

IL TEST DELLA REDAZIONE

Un paio di settimane fa la redazione di Magazine Blog Network che gestisce tutti i blog del nostro gruppo è stata invitata alla tappa di Roma (il test si è svolto ad Ostia) del Blue On Tour organizzato da Volkswagen.

CoffeeGrinder si è occupata direttamente delle pubbliche relazioni e dei contatti con il mondo blogger e community, nonchè della loro giornata all’evento. Organizzazione davvero impeccabile.

I tecnici Volkswagen presenti all’evento erano:

Filippo Maistrello, esperto formatore Volkswagen
Massimo Pellegrini, responsabile tecnico di zona Volkswagen

Entrambi veramente molto in gamba e disponibili. Hanno illustrato ai vari blogger e giornalisti presenti tutte le innovazioni dei nuovi motori e dato semplici (ma preziosi) consigli su come risparmiare carburante adottando uno stile di guida rispettoso dell’ambiente. I risultati dei test sono stati a dir poco strabilianti (in termini di risparmio di carburante). Il che non toglie davvero nulla al piacere di guida.

Erano inoltre presenti 8 driver esperti facenti parte di Guida Sicura Volkswagen. Vi consigliamo vivamente un corso con loro. Sono dei ragazzi davvero preparati, sarà un’esperienza che vi servirà molto nella pratica. Siamo rimasti veramente stupiti, facendo i test, di come, con piccoli e semplici accorgimenti, si possano abbassare i consumi in modo considerevole.

Quello che comunque ci ha impressionati maggiormente è il coraggio di
Volkswagen di distinguersi nettamente nell’immagine dell’uso dell’auto. Un uso più ecologico, rispettoso dell’ambiente, con delle soluzioni tecniche davvero innovative.

L’obiettivo dell’evento Blue on Tour è stato quello di generare interesse verso le tecnologie BlueMotion Technologies, creando consapevolezza del proprio stile di guida, per migliorarlo sempre di più senza dover rinunciare al divertimento.

Il road show si è svolto in otto diverse location in tutta Italia da fine aprile a fine giugno. Grazie ai piloti della Scuola di Guida Sicura Volkswagen sè stato possibile effettuare dei test drive a bordo dei modelli della gamma BlueMotion Technologies.

I partecipanti hanno avuto la possibilità di ricevere tanti consigli e suggerimenti per risparmiare carburante con qualsiasi modello d’auto e rispettare l’ambiente.

Photobucket